Daniela Gentile, ambasciatrice Anter

Storie di ambasciatori

Mi presento: il mio nome è Daniela e sono nata ben 45 anni fa a Torre del Greco, la città del corallo, la città dei fiori, la città in cui Leopardi scrisse la sua “Ginestra”.

Immersa nell’arte, nella storia, nella bellezza dei paesaggi mozzafiato e a due passi da Ercolano, Pompei, Sorrento…. e dalla città più bella del mondo, la mia splendida Napoli!
E forse proprio per il fatto di essere cresciuta in questo paradiso, ho imparato ad amare tutto ciò che mi circonda: la natura, il mare, il SOLE….
Sì, ho sempre amato il Sole… il sole è quello che mi dà la forza di alzarmi la mattina, di iniziare la giornata con un sorriso, insomma, mi dà la carica per affrontare la vita e andare avanti sempre…. nonostante gli ostacoli e le difficoltà che ognuno di noi incontra sul suo cammino.
Ben presto ho però dovuto fare i conti con la realtà: da un lato l’ignoranza, l’indifferenza, l’egoismo di uomini senza scrupoli che, per i loro sporchi interessi non esitano a distruggere questo paradiso, portandovi veleni e morte, e dall’altro l’impotenza di chi vorrebbe impedirlo.
La “Terra dei Fuochi”, voglio ricordarlo, è proprio qui, dietro l’angolo.
Ho così deciso di entrare come volontaria nelle Guardie Ambientali Zoofile, cercando di dare il mio contributo, spiegando alle persone l’importanza della raccolta differenziata, del rispetto per l’ambiente, ma era come parlare al muro!! Bisognava fare qualcosa in più!

Per questo, quando ho conosciuto ANTER, è stato subito amore a prima vista! Non ero più da sola a combattere, ma eravamo in tanti, tutti con la stessa voglia di fare qualcosa per rendere il mondo un posto migliore!
Ho così organizzato la mia prima lezione de Il Sole in Classe, naturalmente nella scuola delle mie figlie, nel maggio 2014. Un’emozione indescrivibile!!! I ragazzi erano attentissimi, facevano tante domande e partecipavano con grande entusiasmo. Alla fine, insieme ai loro insegnanti, ci hanno ringraziato e hanno fatto una promessa: si sarebbero impegnati ad adottare tutte quelle abitudini “green” di cui avevamo parlato, non solo a scuola, ma anche a casa, in famiglia, con gli amici, sempre.
Tornata a casa, è poi successa una cosa che non dimenticherò mai!! Stavo gettando una bottiglia nel contenitore della plastica, quando mia figlia mi ha “sgridato”!!!! Ha ripreso quella bottiglia e, prima di gettarla nel contenitore della plastica, ha staccato l’etichetta, gettandola in quello della carta! Sono rimasta senza parole, e contemporaneamente ho provato una grande gioia!!! Un semino che avevo piantato stava cominciando a dare i suoi frutti!!!! Perché quando un figlio ti “corregge” o ti fa un rimprovero, tu non lo dimentichi, anzi pensi solo a fare in modo di non ripetere mai più lo stesso errore. Così è stato per me (ma sono certa lo sarebbe per qualunque genitore!), perché da allora sono stata molto più attenta, anche nelle piccole azioni quotidiane.
E quello stesso giorno, ove mai ce ne fosse stato bisogno, ho anche avuto una conferma importante: è proprio da qui che dobbiamo partire, dai bambini, perché loro hanno un immenso potere, sono quelli che possono cambiare le cose, sono gli adulti di domani, in una parola… sono il FUTURO!

C’è un proverbio che dice: “Puoi contare quanti semi ci sono in una mela, ma non puoi contare quante mele ci sono in un seme!” e credo che questo riassuma in maniera perfetta quella che è la nostra mission….
Perciò, come Ambasciatrice, ma soprattutto come cittadina di questo splendido Pianeta, posso solo augurarmi che, a piantare questi semi, saremo presto molti di più, perché in fondo, come dice il nostro Felix Finkbeiner: “Una singola zanzara non può nulla contro un rinoceronte, ma tante zanzare insieme possono costringere un rinoceronte a cambiare direzione”.
E allora GRAZIE ANTER! Insieme si può!

ALTRI ARtICOLI