Elisa Sorcionovo, ambasciatrice ANTER

Storie di ambasciatori

Mi chiamo Elisa Sorcionovo, ho 35 anni e sono un architetto.
Sin dall’inizio il mio percorso di studi universitari si è basato sulla ricerca di innovazioni tecnologiche in grado di soddisfare i bisogni dell’uomo mantenendo armonia col territorio.
Le fonti rinnovabili sono state al centro dei miei studi ed hanno sempre esercitato un certo fascino su di me. L’idea di arrivare, in un futuro prossimo, a vivere in dei quartieri completamente autosufficienti e sostenibili è stato proprio il tema del mio progetto di tesi.

Quando ho conosciuto ANTER mi sono sentita di nuovo come all’università, un’associazione in cui mi sono ritrovata subito al 100% con la voglia di parlare di ambiente, di territorio, di amore e condivisione.
ANTER propone progetti, come quello de Il Sole In Classe, all’apparenza semplici ma che hanno un significato molto importante, quello di rivolgersi direttamente ai protagonisti principali del nostro futuro e cioè i bambini di oggi.

Andare nelle scuole e parlare direttamente con quelli che un giorno abiteranno dei quartieri come quelli progettati da me tempo fa all’università, mi dà lo stimolo per fare un po’ del mio meglio ogni giorno.

Ogni Sole In Classe è un’esperienza unica, i bambini sono tanti, diversi tra loro, ed ognuno con le proprie curiosità. Ma hanno tutti una caratteristica, sono autentici. Le loro affermazioni sono vere, non condizionate da ciò che li circonda; sono lo specchio delle nostre azioni e devo ammettere che questo all’inizio mi ha colpito.
Non avendo figli né nipoti ancora, prima di conoscere ANTER non avevo molto contatto con i bambini e non ero abituata alla loro spontaneità.
Ecco perché mentre svolgo un Sole In Classe mi sento libera. Libera di parlare soprattutto di amore, una parola che oggi tendiamo un po’ a dimenticare. Amore verso l’ambiente, verso gli altri, verso gli animali.

D’altronde come si può parlare di rispetto se non parliamo di amore?
Mi piace vedere come i bambini apprezzano questi concetti e come intervengono durante il Sole In Classe; la quantità di idee che viene fuori è entusiasmante!
Mentre ero ancora una delegata e stavo facendo un Sole In Classe in una quarta elementare, ho addirittura avuto l’opportunità di realizzare un vulcano insieme ai bambini! Era il loro compito di scienze e, dopo aver parlato di energia geotermica, hanno chiesto alla maestra se potevano completarlo insieme a noi di ANTER. Non avevo mai realizzato un vulcano prima, inutile dire che da quella lezione sono io che ho imparato più cose!

Dovremmo tutti esercitarci a descrivere il mondo che vorremmo e impegnarci per realizzarlo, tenendo a mente che le fonti rinnovabili, per fortuna, saranno uno dei principali protagonisti.

CONTINUA CON

Cop 25, cosa c’è in gioco alla conferenza mondiale sul clima delle Nazioni Unite

Quello che i governi hanno promesso finora per salvare il clima non è stato mantenuto. E anche se tutti si...

Come funziona il riciclo della plastica e come potrà migliorare in futuro

L’enorme problema dell’inquinamento provocato dalla plastica non è dovuto alla plastica in sé, ma alla cattiva gestione del suo smaltimento...

Come scegliere dei regali di Natale sostenibili

È una delle festività più sentite e attese dell’anno, ma spesso il Natale diventa anche – e paradossalmente – un...

Iscriviti alla nostra newsletter