Eolico: la Svezia verso l’obiettivo rinnovabili con 11 anni di anticipo

La Svezia potrebbe raggiungere i suoi obiettivi per lo sviluppo delle fonti rinnovabili con 11 anni di anticipo. Grazie alla costruzione di numerosi impianti di turbine eoliche, ha accelerato gli impegni per un progressivo abbandono delle fonti fossili.

Il governo svedese infatti prevedeva di incrementare il proprio sviluppo eolico di 18 TWh entro il 2030 ma, considerando i generatori in procinto di costruzione (ben 3861 alla fine del 2018), il risultato arriverebbe già per quest’anno. Le turbine funzioneranno con sistemi innovativi e garantiranno una capacità di 7.506 MW e una produzione annuale stimata di 19,8 TWh.  Da sempre Stoccolma si è dimostrata sensibile e pragmatica nella valorizzazione delle fonti alternative, tanto che risulta fra i paesi europei che ha fatto di più per la lotta alle emissioni di Co2. Già nel 2012 insieme alla Norvegia firmò un accordo per aumentare la produzione dell’energia del vento fino a 28,4 terawattora entro il 2020. Un traguardo di facile raggiungimento, visti gli sforzi finora fatti. L’eolico rappresenta uno spazio importante dell’intero comparto energetico svedese. Ad oggi sono in costruzione 15,2 TWh di progetti di energia rinnovabile, di cui 11,6 TWh sono destinati a impianti eolici.

La decisione del governo di aumentare l’impatto delle energie pulite, oltre che saggia per l’ambiente, è stata di stimolo per l’economia. Markus Seling, presidente dell’Agenzia svedese per l’energia, ha dichiarato che, dopo gli obiettivi annunciati, gli investimenti privati in opere per la fornitura di energia sono aumentati. Per la collettività ciò significa più ricchezza e più posti di lavoro. Ma le ambizioni non si fermano qui. I programmi del Ministro per le politiche climatiche, Isabella Lovin, prevedono che dal 2030 il consumo derivante da fonti fossili si fermi al 50% del totale, mentre dal 2040 tutto il paese dovrebbe essere a emissioni zero.  

 

®Eco_Design WebMagazine

 

CONTINUA CON

Energie Rinnovabili, l’Europa vicina all’obiettivo 20 20 20

Entro il 2020: Le emissioni di gas a effetto serra dovranno essere ridotte del 20% rispetto ai livelli del 1990....

Perché dal primo aprile sono calate le bollette di luce e gas

C’è chi ha pensato al proverbiale Pesce d’aprile ma, a fugare ogni dubbio, ha pensato il comunicato dell’Arera, l’Autorità di...

Un paese pieno di…pale eoliche

L’eolico piace al Meridione d’Italia: è infatti in sei regioni del Sud che si trova il maggior numero di impianti....

Iscriviti alla nostra newsletter