La Fiat 500 elettrica sarà prodotta in Italia

La 500, auto simbolo della Fiat, si appresta a diventare elettrica e per la fabbricazione il gruppo Fca ha scelto l’Italia. Lo stabilimento dove verrà costruita sarà quello di Mirafiori, in provincia di Torino, dove verranno impiegati nella costruzione anche 800 operai della Maserati.

La produzione partirà a fine anno e sarà sul mercato nel primo trimestre del 2020. Esiste già una versione elettrica della mitica 500, prodotta in California con un prezzo di listino di 33 mila dollari. Ancora non è dato sapere se la 500 prodotta in Italia manterrà le prestazioni (ottime, dato che viaggia con un comparto di batterie da 24 k-wh al litio, un sistema di avviso pedoni e sette airbag) della cugina americana. Anche il design esterno è di pregevole fattura e simile a quello dell’ultimo modello risalente al 2015: tre porte; carrozzeria arrotondata e il marchio Fiat incassato fra i due baffi. Gli interni risultano più sportivi e il cambio non sarà più manuale ma automatico. Fiat Crysler Automobiles è al lavoro sul nuovo modello da molti anni, tanto che nel 2013 (quando la 500 E era solo un prototipo) ha iniziato i primi test per valutarne le prestazioni. I risultati furono ottimi, e con i suoi 140 km di autonomia risultò la migliore tra i campioni di allora.

Oggi, che il mercato automobilistico sta andando nella direzione dell’ecosostenibilità, Fca ha scelto l’Italia come paese di fabbricazione non solo della nuova 500 ma anche di altre vetture. Il piano da 5 miliardi destinato agli impianti italiani per il periodo 2019-2021 comprende la costruzione di nuove vetture e il restyling di modelli che hanno fatto la Storia del marchio Fiat. A cominciare dalla Panda ibrida, che verrà realizzata nello stabilimento di Pomigliano. Da Menfi, dove tuttora è in produzione la 500 X,  uscirà la Jeep Renegade ibrida plug-in. Oltre che la variante elettrica, Fca ha annunciato che da Mirafiori partirà anche la 500 ibrida.

 

®Eco_Design WebMagazine

CONTINUA CON

Auto elettriche, tutte le novità di quest’anno

Con l’arrivo del nuovo anno si rinnova l’offerta delle auto elettriche. Sul mercato infatti si possono trovare Suv e city-car...

Ecobonus 2019, tutti gli incentivi per chi acquista auto a basse emissioni

Dal 1° marzo è in vigore la legge sull’Ecobonus che regolamenta gli incentivi per chi intende comprare nuove automobili a...

La febbre del car sharing in Italia: cinque buone ragioni per utilizzarlo

Addio bollo, spese di carburante, manutenzione e tagliando: meglio un’auto pronta per l’uso al momento. Car sharing? Sì, grazie. Ma...

Iscriviti alla nostra newsletter