Le novità di Klimahouse a Bolzano

La 15° edizione della fiera dedicata all'efficienza energetica e architettura sostenibile

Si è tenuta dal 23 al 26 gennaio 2019 la 15° edizione di Klimahouse, la fiera internazionale interamente dedicata all’efficienza energetica e al risanamento dell’edilizia. L’appuntamento è stato presso il quartiere fieristico di Bolzano dove sono state ospitate ben 450 aziende espositrici e 25 startup .

La fiera ha visto numerosi eventi, dedicati non solo ai professionisti del settore, ma anche ai numerosi visitatori privati che vi hanno partecipato.

 

Eventi dedicati a professionisti

Per i professionisti il Congresso Internazionale si è svolto per la prima volta per tre giorni, nei quali sono state affrontate tre tematiche:

  1. Smart Cities, che si è svolto il primo giorno di fiera, un evento organizzato da Agenzia CasaClima, in collaborazione con l’Accademia Europea di Bolzano EURAC. Questo evento ha tracciato un primo bilancio del progetto Smart City Sinfonia, già attuato nelle città di Bolzano e Innsbruck, ed proseguito con l’esposizione del progetto Smart City Stardust, previsto per la città di Trento. Attraverso un dibattito con la partecipazione dei sindaci di Trento e Bolzano e con la presenza di Peter Droge, Direttore dell’Istituto per lo Sviluppo Strategico del Liechtenstein, si sono potuti identificare i punti forti e quelli da migliorare all’interno di entrambi i progetti.
  2. Smart Materials, previsto per il giorno 24, ha visto l’architetto visionario e innovativo Thomas Rau insieme ad Amanda Sturgeon, una tra le 10 donne più potenti al mondo nel campo della sostenibilità, discutere sul tema dei materiali. In un’epoca in cui la sostenibilità deve essere messa al primo posto è importante che tutti i materiali adoperati per le costruzioni abbiano un’impronta ambientale non dannosa e partecipino sia ad aumentare il comfort interno che a garantire un buon rapporto tra costi e benefici, così da migliorare le prestazioni fondamentali delle case del futuro.
  3. Smart Buildings, previsto per il 25, vero e proprio cuore del congresso  presentato dal Presidente ENEA, Federico Testa. Protagonisti Anton Falkeis, fondatore degli omonimi studi di architettura e innovation lab, e Gideon Maasland, dello studio olandese MVRDV.

Sono stati inoltre rinnovati gli appuntamenti di Klimahouse Forum e di Klimahouse Academy, oltre che il convegno dedicato alla mobilità sostenibile Klimamobility e le visite guidate di entertour  con una novità: la visita dei laboratori di ricerca di EURAC.

 

Eventi dedicati ai visitatori privati

La fiera ha offerto  anche tante attività al pubblico privato: allo stand dell’Agenzia CasaClima è stato possibile chiedere consulenze gratuite e prendere parte a dei tour privati organizzati tramite Living Experience.

Nella giornata del 23 gennaio, dalle 11:00 alle 15:00, è stato inoltre possibile per tutti i visitatori di testare gratuitamente la mobilità del futuro grazie al Test Drives Klimamobility 2019.

Si è potuto anche accedere alla visita guidata gratuita al centro H2 Idrogeno di Bolzano e quella al NOI Tech Park.

 

Spazio al Klimahouse Startup Award

Si è estesa a ben 29 start up la lista delle partecipanti alla competizione per il Klimahouse Startup Award, organizzata da Fiera di Bolzano, NOI Tech Park e promossa in collaborazione con l’International Living Future Institute.

I prodotti pensati sono stati tutti incentrati sul tema The Human Factor, ovvero l’impatto delle tecnologie dedicate allo smart builing, allo smart living e alla smart city sul nostro futuro e su quello delle nostre città.

Amanda Sturgeon, Ceo dell’International Living Future Institute, organizzazione non governativa che promuove lo standard di certificazioni Living Building Challenge, ha presentato la finale del 25 gennaio, nella quale è statp eletto il miglior prodotto innovativo e sostenibile.

Le premiazioni, che si sono svolte al Noi Techpark, prevedevano una novità: non solo il Klimahouse Startup Award, vinto da Tante Lotte Design, per l’invenzione di pannelli acustici in lana di pecora tirolese, e il premio speciale dell’Agenzia CasaClima assegnato a My Warm, ma anche un premio del pubblico, che ha votato la Cool Roof Company, realtà di Modena specializzata in vernici che, riflettendo la luce solare, riducono il surriscaldamento degli edifici, e il premio BIMobject, che è stato assegnato a  Mas Roof, startup di Oderzo (TV), autrice del primo tetto modulare con pannelli solari integrati.

 

 

®Eco_Design WebMagazine

 

 

 

 

CONTINUA CON

Green school: cinque esempi di edifici scolastici sostenibili in Italia

Sono una lezione per le nuove generazione che, a lezione, vanno tutti i giorni. Danno il buon esempio a grandi...

PalaYamamay: sostenibile grazie al crowdfunding

Il tempio del volley italiano, il PalaYamamay di Busto Arsizio dove gioca la squadra di volley femminile UYBA Volley Busto...

Venetian Green Building Cluster: nasce la rete per l’edilizia sostenibile

L’edilizia sostenibile non è un obiettivo che si raggiunge facilmente, per questo imprese, università e associazioni di categoria del Veneto...

Iscriviti alla nostra newsletter