Massimiliano Locatelli vince il Best Sustainability Award con la casa in 3D

Un significativo riconoscimento che si inserisce in un brillante percorso professionale: Massimiliano Locatelli della CLS Architetti ha vinto alcuni mesi fa il Best Sustainability Award, significativo riconoscimento perché riguarda non solo l’estetica e la ricercatezza dei materiali, ma piuttosto il futuro del pianeta e l’impatto ambientale della costruzione di nuove abitazioni.

Un significativo riconoscimento che si inserisce in un brillante percorso professionale: Massimiliano Locatelli della CLS Architetti ha vinto alcuni mesi fa il Best Sustainability Award, significativo riconoscimento perché riguarda non solo l’estetica e la ricercatezza dei materiali, ma piuttosto il futuro del pianeta e l’impatto ambientale della costruzione di nuove abitazioni.

3D Housing 05: la casa stampata

Il premio è stato ottenuto con 3D Housing 05, un’opera che porta nell’edilizia le più avanzate tecnologie e materiali, progetto realizzato con il patrocinio del Comune di Milano, in collaborazione con Arup, Italcementi e Cybe. Nel corso dell’ultima edizione del Fuorisalone, Locatelli ha presentato in Piazza Cesare Beccaria a Milano la casa “stampata”. 3D Housing 05 in effetti vuole esplorare le infinite possibilità che le stampanti 3D offrono nel campo dell’architettura, realizzando la casa prototipo di un nuovo modo di costruire: si tratta infatti del primo prototipo europeo di abitazione costruita con la stampa 3D e polveri di cemento in loco.

Sostenibilità e trasformazione

“I valori di questa tecnologia sono le 5 parole chiave che descrivono il progetto: creatività, sostenibilità, flessibilità, accessibilità economica e rapidità” ha detto Massimiliano Locatelli, ricevendo il premio davanti alla sua opera. 3D Housing 05 è un progetto etico nel quale la bellezza si crea dalla trasformazione dei detriti in materiale costruttivo: il processo di costruzione è infatti realizzato con polveri di cemento derivate da demolizioni, una miscela di polveri cementizie inerti che possono essere di nuovo demolite, polverizzate e ricostruite fondendosi con il contesto in cui vengono posizionate. Importanti sono anche l’estrema flessibilità della struttura, la rapidità nella costruzione (100 metri quadrati in una settimana) e l’ accessibilità economica visto che i costi di costruzione vengono drasticamente ridotti; pur essendo ancora in fase sperimentale si ipotizza che i costi possano assestarsi a un po’ meno della metà di quello medio tradizionale, quindi 1.000 euro al metro quadrato, per poter arrivare in futuro fino a 200-300 euro.

Un brillante esempio di architettura ecosostenibile, che in sostanza significa progettare e costruire edifici energicamente efficienti e con un limitato impatto ambientale: da molti anni una sfida, ma oggi sempre più una realtà, senza dimenticare che dal 1 gennaio 2021, tutti gli edifici di nuova costruzione od oggetto di importanti ristrutturazioni dovranno rispettare determinati requisiti di prestazione energetica, sia a livello strutturale sia per quanto riguarda l’impiantistica secondo le direttive dell’Unione Europea, contenute nell’EPBD 31/2010.

La sostenibilità in architettura non è solo sinonimo di risparmio energetico e riduzione dei consumi: ben vengano pannelli solari o impianti fotovoltaici, tecnologie assolutamente in linea con lo spirito della bioarchitettura, ma ciò che rende un edificio ecosostenibile è un insieme di fattori e interventi, che, già in fase di progettazione, tengono conto dei ritmi e delle risorse naturali e che puntano a inserirsi armoniosamente nel contesto, valutando attentamente il riuso degli spazi e la scelta dei materiali. 

Cos’è il Best Sustainability Award

Il Best Sustainability Award è una delle otto categorie previste dal Milano Design Award, il premio che da otto edizioni celebra le migliori installazioni del Fuorisalone. In particolare questa categoria premia il progetto che pone l’etica e la sostenibilità al centro della riflessione creativa e suggerisce comportamenti virtuosi.

Ogni anno sono oltre 1.500 le esposizioni gratuite e aperte al pubblico a Milano durante la Design Week e tra queste, una giuria composta da personalità di spicco nel mondo dell’architettura, del design, del marketing, seleziona le vincitrici dei premi: Best Technology, Best Engagement, Best Playfulness, Unicorn, Milano Design Award 2018 e appunto Best Sustainability.

 

®Eco_Design WebMagazine

CONTINUA CON

Edifici sostenibili: 7 grandi esempi in Italia e nel mondo

Dal Canada all’Inghilterra, dalla Germania agli Stati Uniti, passando per l’Italia. Gli edifici nZEB: nearly Zero Energy Building sono una...

Costruire con gli scarti: cinque edifici riciclati in Italia e nel mondo

Al bando mattoni, cemento e tegole. Per avere una casa sostenibile al 100% meglio puntare su materiali ecologici, economici e...

Case passive: cosa sono e quali sono i benefici per l’ambiente

È la frontiera dell’edilizia sostenibile. La casa passiva è molto diffusa nel Nord Europa con ottimi risultati anche in zone con...

Iscriviti alla nostra newsletter