Paola Sugamiele, ambasciatrice ANTER

Storie di ambasciatori

Il mio nome è Paola e sono nata nel 1975 a Velletri, cresciuta ad Aprilia, e da ben 10 anni vivo a L’Aquila. Sono mamma di tre splendidi gioielli: Irene Lauradi 13 anni, Sofia di 9 anni e Mattia di 5 anni.
Come ho conosciuto Anter e la sua meravigliosa mission? Beh, sono stata invitata ad un incontro a Settembre 2016… quella sera rimasi impressionata nel vedere l’immagine della Terra dallo Spazio in due momenti, nel 1975 e nel 2013, anni della mia nascita e di quella del mio piccolo Mattia: lì mi sono resa conto di cosa stava succedendo alla Terra e ho deciso che avrei fatto tutto il possibile per arrestare l’ammalarsi del Pianeta a causa dell’inquinamento, per i miei figli e per tutti i bambini che sono il nostro futuro ed hanno diritto di godere di un mondo pulito.
In che modo fare qualcosa? Capii che, diventando Ambasciatrice di Anter, grazie alla sua filosofia e al progetto Il Sole in Classe, sarei potuta arrivare al cuore di tanti bambini e dei loro genitori e tutti insieme avremmo potuto fare la differenza.
Così, con il supporto e la guida del Coordinatore Nazionale ed oggi anche Vice Presidente di Anter, Alessandro Giovannini, ho iniziato il mio percorso relazionando nelle varie scuole Il Sole in Classe e diventando Ambasciatrice nel Settembre 2017.
È stato davvero emozionante percepire l’orgoglio e la gioia negli occhi delle mie figlie più grandi quando ho relazionato proprio nelle loro scuole davanti a tutti i loro compagni, ed ogni volta che ci torno tendono sempre a ripartecipare.
Ogni Sole in Classe che relaziono o a cui partecipo mi diverto, cresco insieme ai bambini e guardo con attenzione i loro occhi, perchè gli occhi sono lo specchio dell’anima dove leggo tutta la loro gioia e la promessa che si impegneranno nel fare quanto necessario per tutelare il nostro Pianeta.
Ogni Sole in Classe mi arricchisce l’anima nel vedere tante manine alzate pronte a fare domande per soddisfare la curiosità di bambini meravigliosi.
Mi porto sempre il ricordo di una bimba di soli 5 anni che a fine lezione mi abbracciò forte forte. La incontro quasi tutte le mattine quando porto mio figlio all’asilo e lei mi saluta con un abbraccio o con un sorriso che scalda il mio cuore e che mi fa capire che si può fare del bene con molto poco.
Meravigliose sono poi le maestre che crescono questi bambini e che mi invitano a portare Il Sole nelle loro classi!
Un grazie per tutte le maestre che ho incontrato fino ad oggi e a quelle che incontrerò insieme ai loro bimbi.

CONTINUA CON

AGENDA 2030: Gli obiettivi del Millennio sullo sviluppo sostenibile

Agenda 2030: quali obiettivi?   Il 25 settembre 2015, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adotta l’Agenda 2030, un insieme di...

La febbre del car sharing in Italia: cinque buone ragioni per utilizzarlo

Addio bollo, spese di carburante, manutenzione e tagliando: meglio un’auto pronta per l’uso al momento. Car sharing? Sì, grazie. Ma...

L’intellettuale versione 2019 legge e scrive (e pensa) green

Si dice che Talete fosse così assorto nella lettura dei fenomeni celesti che cadde in un pozzo. Il mito, narrato...

Iscriviti alla nostra newsletter