Il Sole in Classe: l’impegno di Anter nell’educazione ambientale nelle scuole

A cinque anni dal lancio del progetto, aumentano i docenti che lo richiedono nei programmi per insegnare il valore delle fonti energetiche rinnovabili

Aumentano le scuole che decidono di affidarsi ai volontari di ANTER per spiegare in maniera chiara e divertente la conoscenza delle energie rinnovabili (fonti, tecnica, vantaggi, impatti ambientali), presso le scuole primarie e secondarie di primo grado; completa i programmi di matematica, scienze, e di tecnologia previsti dal MIUR.  Il Sole in Classe mostra le opportunità di creare e utilizzare solo energia pulita prodotta da fonti rinnovabili. Agli studenti offre gli spunti necessari per imparare, attraverso la conoscenza di buone pratiche quotidiane, a praticare e diffondere uno stile di vita eco-sostenibile.

Sole1

 

I numeri dei giovani coinvolti

L’interesse suscitato da questo format educativo è confermato dal costante aumento delle scuole e degli studenti coinvolti. Nell’anno scolastico 2014/2015 gli interventi nelle classi sono stati 366 con il coinvolgimento di 33.089 alunni; nell’anno scolastico 2015/16 gli interventi sono stati 458 per 32.932 alunni; nell’anno scolastico 2017/18 gli interventi sono stati 722, con un aumento del 189% rispetto all’anno precedente e 40.621 alunni coinvolti.
L’approccio ludico-didattico fa uso di cartoni animati (uno sulle energie rinnovabili, uno sulla qualità dell’aria) e di filmati multimediali. Questi supporti sono stati elaborati con il sostegno e la revisione di docenti universitari. I contenuti sono quindi aggiornati allo stato dell’arte delle conoscenze in materia. Permettono in particolare di spiegare concetti tecnico-scientifici in modo accessibile, concretamente e con esempi, e di valorizzare le nozioni veicolate dalle materie tecniche e scientifiche, studiate a scuola.

Sole2

Un aiuto nella formazione delle giovani generazioni

Il Sole in Classe fu presentato al Senato in occasione dell’avvio dell’anno scolastico 2014-2015 e destò immediatamente interesse ed entusiasmo. 4 anni dopo, la volontà espressa da ANTER è di coinvolgere sempre più scuole e più ragazzi (il programma è del tutto gratuito per gli istituti scolastici, basta farne richiesta), e, perciò, di formare gli insegnanti interessati in tutte le scuole d’Italia, in modo che la sostenibilità faccia davvero parte del quotidiano e dell’impegno di tutti noi.

 

®Eco_Design WebMagazine

CONTINUA CON

Energia elettrica: in Danimarca la bolletta più cara

Se siete danesi occhio agli interruttori e agli elettrodomestici: è in questo paese del Nord Europa, infatti, che l’energia elettrica...

Sicilia, il futuro dell’isola passa dalle rinnovabili

Al sesto posto in Italia per il fotovoltaico, al secondo per l’eolico. La Sicilia gioca la carta dell’autonomia energetica e...

Perché il futuro delle rinnovabili passa da Bruxelles

Prima ha detto sì l’Europarlamento il 13 novembre scorso, quasi un mese dopo è stato il turno del Consiglio europeo....

Iscriviti alla nostra newsletter