eolicicover

Un paese pieno di…pale eoliche

L’eolico piace al Meridione d’Italia: è infatti in sei regioni del Sud che si trova il maggior numero di impianti.

Una panoramica sulla dimensione dell’eolico in Italia è possibile grazie al sistema Gaudì, Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e Unità di Produzione, che fotografa la situazione al 30 novembre 2018.

eolici1

Fonte Terna

Dal 2012 la potenza cumulativa installata è aumentata di 2 GW e al momento sono presenti in Italia poco più di 10 GW di eolico. Un risultato che soddisfa, ma che deve assolutamente migliorare per diventare eccellente: l’obiettivo consigliato degli studiosi è di raggiungere un raddoppio entro il 2030.

I numeri dell’eolico italiano

Al momento nel nostro paese ci sono 5.645 impianti eolici per quasi 7000 aerogeneratori di varie taglie di potenza. Sopra i 10 MW di potenza ci sono 313 impianti per una potenza complessiva di poco più di 9 GW (9,07 GW). La classe di potenza più presente è quella che va da 20 a 200 kW, con 3.956 impianti ed una potenza totale di circa 234 MW. Come detto sopra, la risorsa eolica è presente soprattutto al Sud: ben il 91% dell’energia eolica prodotta viene da sei regioni meridionali che hanno tutte almeno oltre 1 GW di potenza: il primato va alla Puglia che ne ha 2,5 GW e genera il 24,8% del totale di potenza eolica installata in Italia, con 92 impianti sopra i 10 MW di potenza. La medaglia d’oro per il maggior numero di impianti va invece alla Basilicata, che ne conta 1180, nella taglia 20-200 kW.

eolici2

In Italia si trovano 769 impianti fino a 12 kW per 4,4 MW di potenza prodotta, 94 impianti da 12 a 20 kW per 1,7 MW di potenza, 368 impianti da 200 kW a 1 MW: per circa 212 MW di potenza, 145 impianti da 1 a 10 MW per circa 571 MW di potenza.

®Eco_Design WebMagazine

CONTINUA CON

Il futuro del carbone è sempre più nero

Il carbone perde sempre più terreno. A dimostrarlo i dati raccolti e pubblicati dal quinto report Boom and bust 2020...

Una ripresa equa e sostenibile non solo è possibile, ma necessaria

La crisi causata dalla pandemia di coronavirus potrebbe segnare l’inizio di quel cambiamento epocale di cui il nostro Pianeta ha...

USA, entro il 2024 il carbone sarà “fuori mercato”

Dismettere le centrali a carbone e riconvertirle per la produzione di energie rinnovabili. È questa la soluzione economicamente più vantaggiosa...

Iscriviti alla nostra newsletter