Ascoltare la Terra, con le immagini di Bruna Rotunno

La mostra curata dall'artista materana è visitabile fino al 27 febbraio a Milano: un racconto fotografico vibrante ed essenziale nato dall'incontro con Madre Terra

Another Earth è una ricerca realizzata da Bruna Rotunno durante i suoi numerosi viaggi nel mondo. Ciò che emerge da queste immagini non è però una documentazione geografica o paesaggistica: l’autrice anzi nega qualsiasi visione d’insieme. Lo sguardo corre vicino alle rocce o sulla superficie scintillante e cangiante del mare, poi entra nel tronco vuoto di un ulivo contorto, quasi volesse immedesimarsi con la sua sofferenza e il suo slancio verso il cielo.
Quella di Bruna Rotunno è una fotografia essenziale e vibrante, che si lascia assorbire dalla natura e che, proprio per questo, non la descrive. È una fotografia nata da un incontro intimo e appassionato con la Madre Terra, con la sua energia primigenia, i suoi colori che si accendono di una cromia magica. Queste immagini, pervase da un senso di ineffabile mistero, sono la risposta al richiamo di una natura vista e sentita come un mondo potente, ancora capace di stupire e di offrire esperienze profonde, nelle quali immergersi e rigenerarsi. Una natura messa a rischio dalla situazione sempre più grave del riscaldamento globale del Pianeta. 

L’approccio visivo di Bruna Rotunno è magico-rivelatorio, proteso a evocare l’intensità di un legame emozionale e quasi corporeo, tanto da far emergere la forza potente di un universo naturale non piegato ai voleri dell’uomo.

Lo spazio avvolgente e innovativo della Red Lab Gallery / Miele (che presenta il sistema photoShoWall, composto da moduli-cornice che possono ospitare immagini intere o scomposizioni inedite) ha offerto inoltre all’autrice l’opportunità di progettare uno spazio immersivo, dove i visitatori possano entrare nella sua opera e “sentire” l’energia della natura: quella potenza oltreumana – a volte incantata – che le sue fotografie riescono a comunicare. Non più appese ai muri, come avviene nelle gallerie tradizionali, le sue opere (fotografie e video) divengono spazio ed esperienza.  

Il progetto “Ascoltare la Terra”, dopo la mostra di Bruna Rotunno, vedrà esporre: Ulderico Tramacere con Nylon (7 marzo – 1 aprile 2019), Erminio Annunzi con Nel buio si cela la luce (aprile/maggio 2019),Alessandra Baldoni con Atlas (giugno/luglio 2019).

La mostra Another Earth, a cura di Gigliola Foschi, è visitabile fino al 27 febbraio allo spazio Red Lab Gallery/Miele  di via Solari 46 a Milano.

®Eco_Design WebMagazine

CONTINUA CON

A Nuova Delhi un murales fatto con lo smog per dire basta all’inquinamento

Un murales di 300 metri quadrati fatto con lo smog per dire stop ai cambiamenti climatici. Lo ha realizzato a...

Hunting Pollution: l’arte per combattere l’inquinamento

Realizzato con pitture eco-sostenibili al 100% naturali che purificano l’aria, Hunting Pollution, è il murale mangia smog più grande d’Europa....

Season’s greeting: il murale anti inquinamento di Banksy

Sembrano fiocchi di neve, ma è tutta questione di prospettiva: e così Banksy torna a far parlare di sé e difende l’ambiente con un...

Iscriviti alla nostra newsletter