Piccoli gesti contro il riscaldamento globale

Secondo un sondaggio Ipsos del Dicembre 2018, per gli italiani, tra le minacce globali,  il cambiamento climatico riveste un ruolo principale.
Inoltre, in questi giorni, siamo alle prese con il dibattito mediatico sull’ambiente innescato dalla travolgente partecipazione di un milione di giovani scesi in piazza, anche in moltissime città italiane, per il global strike per chiedere ai governi un impegno maggiore verso il  raggiungimento degli obiettivi di Parigi e scongiurare il disastro climatico, innescato dal riscaldamento globale.

Insomma, anche se non è ancora maggioranza nell’opinione pubblica, sembra diffondersi, tra gli italiani, una forte sensibilità verso i temi legati alla salvaguardia dell’ambiente e alla lotta al cambiamento climatico.

Nell’era dell’eterno presente, presenziare ad una manifestazione o condividere un commento indignato sui social network è sufficiente per apparire un convinto ecologista e mettersi l’anima a posto. Ma, purtroppo per tutti noi, stiamo vivendo la trasformazione climatica più importante da quando ne siamo coscienti e quindi bisogna fare di più.

Primo passo: consapevolezza

Esistono, in giro per il web, una miriade di siti internet che consentono di calcolare la propria footprint ,ovvero l’impronta ecologica, o meglio l’impatto che i nostri comportamenti micro hanno a livello macro.
Uno dei calcolatori migliori è quello messo a disposizione, in seno al progetto Climate Neutral, delle nazioni Unite.

Per tutti, anche per quelli che credono di avere uno stile di vita sostenibile, leggere i risultati del test è una doccia fredda.
Ma non vi preoccupate, come in tutte le migliori terapie, il primo passo per risolvere un problema è averne coscienza. Adesso che sapete di avere un problema, potete cominciare a risolverlo.

 

Agire nel piccolo per rendere il nostro stile di vita sostenibile

 

Dunque, ogni comportamento per piccolo che sia, ha una ricaduta sul nostro pianeta. Se è vero questo, è anche vero che ogni piccolo gesto per rendere il nostro pianeta un posto migliore può risultare effettivo. Per questo motivo l’Onu nel maggio 2018 ha creato una lista di 85 comportamenti che, sebbene possano sembrare irrilevanti, attuati da tutti, posso soddisfare i 17 obiettivi dell’agenda 2030 dell’ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile.

L’idea è quella di intraprendere, ogni giorno, un comportamento, per assimilarlo nel tempo e, quasi senza accorgersene, diventare più “sostenibili”.
Ecco perché di seguito troverete alcuni comportamenti semplici da mettere in pratica che possono cambiare in meglio la nostra vita, ma anche quella di quasi 8 miliardi di nostri simili.

 

Alimentazione:

  • Un’alimentazione alternata tra vegetali e carne, oltre a farti bene, fa bene anche al pianeta
  • Riduci il consumo di carne
  • Cerca di mangiare più frutta e verdura, seguendone la stagionalità
  • Compra, per quanto possibile, prodotti a km 0
  • Cerca di evitare posate e piatti di plastica. Usa stoviglie di ceramica e ricordati di lavarle con acqua fredda

 

Risparmiare Acqua:

  • Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti, se proprio non ci riesci, istalla nei tuoi rubinetti dei vaporizzatori che regolano il flusso dell’acqua.
  • Dopo una lunga giornata di lavoro è bello rilassarsi con una doccia calda, ma cerca di diminuirne la durata.
  • Compra meno acqua e bevi, nei limiti del possibile, l’acqua del rubinetto

 

Energia:

  • Risparmia energia, stai attento ai led degli elettrodomestici
  • Spegni le luci nelle stanze vuote
  • Non è necessario indossare, in casa, maniche corte tutto l’anno. In inverno, imposta il termostato della caldaia. In estate chiudi gli scuri e usa meno possibile l’aria condizionata.
  • Cerca di usare, per quanto possibile, energie da fonti rinnovabili
  • Compra, per quanto possibile, prodotti da aziende che utilizzano energia da fonti rinnovabili

 

Trasporti:

  • Usa meno, per quanto possibile, l’auto
  • Cerca di usare i mezzi di trasporto pubblico
  • A lunghe code in auto, preferisci veloci pedalate
  • Se vuoi comprare un’auto, compra un modello ibrido o elettrico e usa gli ecobonus
  • Non usare l’ascensore, prendi le scale

 

Stili di vita:

  • Cerca di vivere producendo meno rifiuti possibili
  • Ogniqualvolta puoi, ricicla
  • Butta via le tue cose, solo dopo aver costatato che siano inutilizzabili
  • Utilizza meno plastica possibile, compra borracce in alluminio per l’acqua. Compra gli spazzolini in bambù e i cotton fioc Evita gli imballaggi mono uso.
  • In estate, cerca di lavare a mano il tuo bucato e lascia che i tuoi vestiti si asciughino al sole
  • Usa meno carta possibile. Se viaggi, scarica il biglietto. Se lavori in ufficio, stampa solo le mail necessarie.
  • Viaggiare è bellissimo, ma fallo sostenibilmente. Riduci i viaggi in aereo, aumenta quelli in treno o in car sharing.

 

È vero che solo 100 aziende producono il 71% delle emissioni di Co2, è vero che questi accorgimenti possono sembrare una quisquilia in confronto ai dati sulle emissioni, ma è anche vero che per poter cambiare davvero le cose, bisogna partire dal proprio cortile di casa.

 

 

Pasquale Pagano

®Eco_Design WebMagazine

 

CONTINUA CON

La riviera romagnola è Plastic Free

In seguito alla direttiva Ue che bandisce la plastica dal 2021, la città di Rimini si è data subito da...

Guerra alla plastica con il DDL “Salva Mare”

Buone notizie dal Consiglio dei Ministri: Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente, ha varato il disegno di legge “Salva mare”, che dichiara...

«Essere ambientalisti per prenderci cura della nostra vita», l’intervista a Licia Colò

È stata la presentatrice televisiva Licia Colò a dare il via, con la conduzione del talk scientifico di apertura,  a...

Iscriviti alla nostra newsletter