Cosa sono i gas serra

I dati allarmanti del 2017

Secondo i dati dell’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), massima agenzia mondiale per la Meteorologia, il periodo gennaio-settembre 2017 ha avuto una temperatura media globale di circa +1,1°C al di sopra del livello raggiunto dal Pianeta prima dell’era industriale. “Se non riduciamo rapidamente le emissioni dei gas Serra – ha ammonito il segretario generale dell’OMM, Petteri Taalas – dovremo affrontare un pericoloso aumento della temperatura entro la fine del secolo, ben oltre l’obiettivo fissato nell’accordo di Parigi sul clima”.
Ma per contribuire, anche noi stessi, in prima persona, a ridurre l’emissione di gas Serra, dobbiamo capire che cosa sono e come si producono.

 

Cos’è l’effetto Serra

E’ ciò che provoca il riscaldamento terrestre. L’effetto Serra è un fenomeno naturale che avviene nell’atmosfera terrestre. Essa agisce come una grande serra naturale in grado di filtrare le radiazioni solari più energetiche, quindi più dannose, ma anche di accumulare e ridistribuire su tutta la superficie terrestre una parte dell’energia irradiata dal Sole in forma di calore.

Cosa sono i gas Serra

Alcuni gas presenti in atmosfera, definiti gas Serra, sono i responsabili dell’effetto Serra che svolge un ruolo fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle forme di vita. Senza i gas Serra la terra sarebbe ghiacciata e priva di vita. Questi gas Serra, anche se presenti in piccole quantità, favoriscono la riflessione verso terra dei raggi IR (che determinano il riscaldamento delle superfici) provenienti dal Sole. Il calore resta dunque immagazzinato in atmosfera, determinando un riscaldamento dell’aria e del clima in un rapporto “direttamente proporzionale” alla presenza di gas Serra

Principali conseguenze dell’effetto Serra

  • La desertificazione nelle regioni tropicali
  • Lo scioglimento dei ghiacci polari
  • Il cambiamento climatico
  • Il cambiamento nelle caratteristiche degli ecosistemi
  • I fenomeni meteorologici più intensi, come uragani e tifoni

 

 

Le origini

I gas Serra possono essere di origine sia naturale che antropica. Possono avere entrambe le origini i principali gas serra: vapore acqueo, anidride carbonica, biossido d’azoto e metano.
Esiste poi un’ampia gamma di gas serra esclusivamente prodotti dall’attività umana, come gli alocarburi, i più conosciuti dei quali sono i clorofluorocarburi, le cui emissioni sono regolamentate dal Protocollo di Montreal.

Gas Serra antropici

I gas Serra prodotti dall’uomo o antropici, sono quelli generati dalla combustione di fonti fossili (carbone, petrolio e gas naturale) a scopo energetico per il settore pubblico civile, industriale, agricolo e terziario. Nemico pubblico numero uno: le emissioni di Co2, l’anidride carbonica. Che vedono come protagoniste e vittime al tempo stesso l’energia, l’agricoltura, la salute, la gestione delle acque.

Chi monitora le emissioni

Esiste un forum scientifico costituito dall’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM) e dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP), che monitora le emissioni e ipotizza scenari. Ed è facilmente intuibile cosa incida maggiormente sulle emissioni di gas Serra di origine antropica: l’aumento della popolazione, le modalità di sfruttamento della terra e dei boschi, la scelta dei carburanti. La sfida è contenere le emissioni senza fermare il progresso.

ALTRI ARtICOLI

In Europa ed in Italia: che aria respiriamo?

In Europa, le emissioni di numerosi inquinanti sono sensibilmente diminuite negli ultimi anni, migliorando la qualità dell’aria sul continente. Ciononostante,...

Sentinelle del cambiamento

“Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?”. La domanda...

Misurare l’impatto delle polveri sottili

I rifiuti elettronici (cresciuti del 19% tra il 2014 e il 2018) espongono i bambini a tossine che possono implicare...