Giornata della Terra 2021, “Restore Our Earth”. Ripristiniamo il nostro Pianeta

L'obiettivo della celebrazione del 22 aprile è riportare la cura della Terra al centro dei programmi politici

  • 362
  •  
  •  

“Il cambiamento climatico, la perdita di specie, le pandemie e gli enormi disastri naturali potrebbero definire il futuro, a meno che non facciamo qualcosa adesso. Restore our Earth”. L’appello lanciato in occasione della 51esima Giornata della Terra, 22 aprile.

Restore our Earth, ripristiniamo il nostro Pianeta. Questo è l’appello lanciato in occasione della Giornata Mondiale della Terra 2021 che si celebra il 22 aprile con l’obiettivo di riportare la cura della Terra al centro dei programmi politici.

L’emergenza sanitaria ha catalizzato l’attenzione politica e mediatica. Nella prima ondata della pandemia da covid-19 abbiamo assistito ad uno spettacolo senza precedenti: con lo stop delle attività umane e le città desolate la natura si è riappropriata degli spazi che le spettano.

Quando la vita in tutto il mondo torna alla normalità, il nostro mondo non può tornare alla normalità. – recita la mission dell’Earth Day 2021La nostra comunità globale è stata sconvolta dalla più grande crisi globale in una generazione. Il Covid-19 ci ha mostrato la necessità di guardare avanti, ma le prossime crisi sono già in arrivo. Il cambiamento climatico, la perdita di specie, le pandemie e gli enormi disastri naturali potrebbero definire il futuro, a meno che non facciamo qualcosa adesso”.

Il 22 aprile è la Giornata della Terra: come e perché festeggiarla

Giornata della Terra 2021, Restore Our Earth

Al motto di Restore our Earth, la Giornata invita a mettere in campo impegno e volontà con l’intento di utilizzare le risorse in nostro possesso per affrontare insieme la più grande sfida dell’umanità. Si può partecipare alla ricorrenza  dandole visibilità su web e social network, usando gli hashtag #earthday2021 e #restoreourearth, oppure mediante una donazione

Consultando la mappa degli eventi, oppure creandone uno da zero, ci si può unire alla rete globale di persone, associazioni, istituzioni che attueranno un’iniziativa concreta, non solo in occasione del 22 aprile.

10 mosse per ridurre la tua impronta ecologica!

La storia della Giornata della Terra

La Giornata mondiale della Terra, Earth Day, è stata istituita il 22 aprile 1970 al seguito di un gravissimo disastro ambientale causato da una fuoriuscita di petrolio a Santa Barbara (California). Le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day ogni anno, un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera, il 22 aprile

L’idea della creazione di una “Giornata per la Terra” fu discussa per la prima volta nel 1962. In quegli anni le proteste contro la guerra del Vietnam erano in aumento, ed al senatore Nelson venne l’idea di organizzare un “teach-in” sulle questioni ambientali. Nelson riuscì a coinvolgere anche noti esponenti del mondo politico come Robert Kennedy, che nel 1963 attraversò ben 11 Stati del Paese tenendo una serie di conferenze dedicate ai temi ambientali.

Il 22 aprile 1970 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra. I gruppi che singolarmente avevano combattuto contro l’inquinamento da combustibili fossili, contro l’inquinamento delle fabbriche e delle centrali elettriche, i rifiuti tossici, i pesticidi: da allora il 22 aprile prese il nome di Earth Day, la Giornata della Terra. La Giornata della Terra diede una spinta determinante alle iniziative ambientali in tutto il mondo e contribuì a spianare la strada al Vertice delle Nazioni Unite del 1992 a Rio de Janeiro.

Fu Denis Hayes, il primo coordinatore dell’Earth Day, a rendere la manifestazione una realtà internazionale fondando l’Earth Day Network e arrivando a coinvolgere più di 180 nazioni.

Agisci per l’ambiente di oggi e di domani, con la tessera anter.

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter