10 mosse per ridurre la tua impronta ecologica!

Riduci, riutilizza e ricicla e non solo. Ecco come fare del bene al pianeta

  • 652
  •  
  •  

Quanti pianeta terra ci vorrebbero per smaltire il nostro comportamento poco sostenibile? Si tratta della nostra impronta ecologica che possiamo ridurre in dieci e semplici mosse. Ecco quali.

L’impronta ecologica è un indicatore che misura il consumo da parte degli esseri umani delle risorse naturali che produce la Terra. E in un anno consumiamo più risorse di quante il nostro pianeta è in grado di produrne nello stesso lasso di tempo: ci vogliono infatti 18 mesi per rigenerane lo stesso numero. 

 Il Global Footprint Network, un’organizzazione internazionale non-profit impegnata a promuovere uno stile di vita più sostenibile, comunica ogni anno l’Earth Overshoot Day, ovvero il giorno in cui l’umanità esaurisce le risorse naturali prodotte dalla Terra nell’intero anno.

Buoni propositi green per l’anno nuovo, da dove iniziare?

Per calcolare quando cade questa giornata (nel 2020 è stato il 22 agosto) che il Global Footprint Network ha adottato il concetto di impronta ecologica.

 

Ogni azione dell’uomo ha degli effetti sull’ambiente, un impatto al quale spesso non prestiamo la giusta attenzione. Quanti pianeta terra ci vorrebbero per smaltire il nostro comportamento poco sostenibile?

L’associazione mette anche a disposizione un calcolatore online che permette a ciascuno di determinare la propria impronta ecologica e il proprio Earth Overshoot Day.

Zero waste, come ridurre gli sprechi in bagno?

Ma quali azioni possono ridurre effettivamente il nostro impatto sull’ambiente e quali cambiamenti nella nostra vita possiamo facilmente intraprendere per farlo? Vi suggeriamo 10 mosse per farlo!

1) Alimentazione: mangia km zero e riduci il consumo di carne

Quando i cibi spesso provengono da lontano, il tempo tra la produzione e il momento in cui arrivano nella tua cucina comporta un consumo eccessivo di carburante. Ecco perché è fondamentale acquistare prodotti a filiera corta, ovvero a km zero. In questo modo contribuiremmo ad una diminuzione delle emissioni di diossido di carbonio, oltre a mangiare cibi più sani.

Consumare carne implica quasi il doppio della quantità di emissioni di carbonio. Le diete vegane, che escludono il consumo di carne, latte e derivati, riducono le emissioni di carbonio di sette volte rispetto a quelle che includono questi alimenti. Ripensare ad una riduzione della carne o addirittura ad eliminarla potrebbe contribuire in modo sostanziale a ridurre il nostro impatto sull’ambiente.

2) In casa: dagli arredi all’illuminazione

Installare lampade a risparmio energetico, scegliere elettrodomestici ad alta efficienza energetica, arredi di seconda mano, riciclati o prodotti in modo sostenibile, utilizzate prodotti per la pulizia della casa che siano atossici e biodegradabili, imposta lo scaldabagno in modalità a basso consumo quando vai via per periodi di tempo prolungati, sono tutti elementi che renderanno il nostro appartamento più green. 

3) Dispositivi elettronici

Molti dispositivi continuano a consumare energia anche quando non sono in uso se la spina viene lasciata attaccata. Se collegati ad una ciabatta multipresa ricordiamoci sempre di spegnerli quando non li utilizziamo. Oppure ricordiamoci di spegnere o staccare la spina, ad esempio, del nostro pc quando non lo usiamo più.

4) Spostati in bici o a piedi

Non guidare quando hai la possibilità di usare una bicicletta o di andare a piedi: non possedere un’automobile abbassa la propria impronta ecologica del 20 per cento. Se possiedi un auto falla controllare regolarmente, a partire dalla pressione delle gomme che vi consentirà di viaggiare sicuri e di non sprecare benzina

5) Non sprecare acqua

Con docce brevi risparmierai acqua ed energia necessaria per il suo riscaldamento. Fare lavatrice e lavastoviglie solo quando necessario.

Posso fare qualcosa per aiutare il pianeta? Certo, ogni giorno

6)Riduci o elimina il consumo di acqua imbottigliata.

Se l’acqua di rubinetto è potabile bevila evitando così di acquistare bottiglie (specie se in plastica). In caso contrario, puoi utilizzare un filtro per purificarla o una caraffa dotata di filtro. Porta sempre con te una borraccia in acciaio, non avrai bisogno di acquistare bottigliette e potrai portarla sempre con te. 

7) Manutenzione dei sistemi di riscaldamento e refrigerazione

Occupati della manutenzione perché se fatta regolarmente e in maniera corretta riduce notevolmente la quantità di energia usata.

Come risparmiare energia elettrica nelle nostre case

8) Riduci, riutilizza e ricicla 

Si tratta della “regola delle 3R”. Ridurre il volume dei rifiuti, acquistare meno prodotti usa e getta o imballaggi, scegliere oggetti più duraturi o articoli alla spina e quando non hai più bisogno di qualcosa, come una bottiglia di plastica o un quotidiano, ricicla l’oggetto

9)Comprare meno

Spesso buttiamo oggetti, abiti, accessori con troppa facilità senza pensare che  potremmo donar loro una seconda vita, riparandoli o reinventandoli. 

1o) Presta attenzione al modo in cui usi internet

Anche le e-mail inquinano: tra l’invio e la ricezione di un messaggio di un megabyte vengono emessi in media 19 grammi di Co2. Spedire 8 mail equivale alle stesse emissioni prodotte da un auto per ogni chilometro percorso. Il monitor del computer inoltre usa molta meno energia se visualizza pixel neri invece che bianchi: utilizzando accorgimenti, Blackle, la versione di google a sfondo nero,  è un buon sistemi per risparmiare energia.

 

Agisci per l’ambiente di oggi e di domani, con la tessera anter.

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter