Regali green per un Natale all’insegna della sostenibilità

Consigli e idee per fare acquisti nel rispetto dell'ambiente

  •  
  •  
  •  

Scegliere doni più sostenibili e originali è possibile. Ecco alcune idee per i vostri regali di Natale che rispettano l’ambiente.

Quest’anno sotto l’albero di Natale possiamo davvero dare fare la differenza. Come? Pensando a regali utili e sostenibili. E’ un anno difficile provato dalla pandemia che ha cambiato le nostre vite e che ci porterà ad affrontare le festività lontani da molti nostri affetti. Ma potrebbe essere anche una buona occasione per riscoprire le cose più importanti, per fare acquisti più ponderati e nel rispetto dell’ambiente.

Ecco alcuni consigli e idee per questo Natale.

Regala un albero a distanza con un click 

Un cacao in Camerun, un albero di caffè in Guatemala, un baobab o un mango in Kenya. Sono solo alcuni degli alberi che si potranno piantare a distanza e regalare a chiunque, con un’e-mail o un semplice messaggio. È la campagna The Greatest Gift dedicata al Natale 2020 di Treedom, la piattaforma italiana che permette di piantare e regalare alberi a distanza e seguire online la loro storia.

Ogni albero ha la propria pagina su treedom.net, attraverso cui si potrà conoscere la sua esatta posizione, vedere la sua foto quando viene piantato a terra, la quantità di anidride carbonica che assorbirà e seguire nel tempo il progetto a cui darà vita.

Regali plastic-free in cucina

Miglioriamoci la vita mettendo fine alla plastica in cucina. Se apriamo il nostro frigo quasi tutti gli alimenti sono avvolti da plastica. Un regalo ideale per ridurre il nostro impatto ambientale è la pellicola realizzata con cera d’api, come quella di Apepak, un sostituto valido e naturale per conservare i cibi. Scaldandola con il calore delle mani, la pellicola aderisce al cibo da conservare, è lavabile ed è utilizzabile anche in freezer. In questo modo si risparmia 1 metro quadrato di pellicola o incarti usa e getta.

La battaglia contro la plastica monouso. Addio pellicola trasparente

Perché scegliere prodotti in bambù al posto della plastica? La pianta di bambù matura in cinque anni, viene coltivato e raccolto senza l’uso di pesticidi. Inoltre è ecologico, biodegradabile, resistente al calore, alle macchie, agli odori e all’acqua e, soprattutto, non è tossico. E per fare felici mamme e bambini a Natale ci sono i piatti e le ciotole ecologiche in bambù di Eco Rascal.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da eco rascals (@ecorascals)

Per chi ama la musica

Arriva la Eco Edition della cassa Flip 5 JBL  realizzata al 90% in plastica riciclata. Con l’impermeabilità IPX7  può essere persino immerso in acqua ed è alimentata da una batteria ricaricabile agli ioni di litio da 4800 mAh, garantendo 12 ore di riproduzione audio di alta qualità.

Un’altra idea per gli amanti della musica è Vaia Cube, la cassa passiva nata in risposta alle conseguenze dei cambiamenti climatici. L’amplificatore per smartphone lanciato dalla startup trentina è realizzato con gli alberi sradicati dalla tempesta Vaia del 2018, il disastro ambientale tra i più grandi degli ultimi 50 anni in tutta Europa. Inoltre per ogni cubo venduto la startup pianta un nuovo albero.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vaia (@therealvaia)

Cartoleria green

Per il nuovo anno è sempre utile ricevere un’agenda settimanale o giornaliera, in molti ancora la preferiscono a Google Calendar! Ma ancora meglio se questa è fatta 100% in carta riciclata e con materiali eco-friendly. Le agende di Alfabet-Cartoleria ecologica sono realizzate artigianalmente, rifinite e contengono sulla copertina e al loro interno messaggi per sensibilizzare sulle tematiche ambientali e sulla salvaguardia dell’ecosistema.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alfabet (@alfabet_cartoleriaecologica)

Immagina di poter riutilizzare il mozzicone di matita quando diventa troppo corto per scrivere capovolgendolo e piantandolo e così si trasforma in erbe aromatiche. Questa è l’idea alla base della matita Sprout, la matita piantabile. In occasione del Natale è stata anche lanciata una versione di “Pianta un albero“, un abete rosso.

Abbigliamento e accessori vegan

T-shirt e felpe prodotti con cotone ecologico e distribuiti con un packaging  creato da un’artigiana veneziana dal recupero di vecchie vele e kytesurf. Il brand Soulwaves nasce dall’idea di tre ragazzi che hanno pensato, oltre a trovare soluzioni per rendere sostenibile tutta la filiera dei loro capi, di utilizzare la comunicazione ambientale nell’ambito del fashion. I disegni evocano problemi ambientali del nostro tempo, dalla deforestazione (la serie Wooden deer) ai rifiuti nel mare (Plastic jellyfish): “I nostri prodotti sono un messaggio da indossare“. Un’altra idea per Natale per combattere il fenomeno della fast fashion legato ai prodotti che inquinano e durano poco nel tempo.

Per una borsa originale e 100% vegan, l’azienda italiana Miomojo nel corso del lockdown ha lanciato “Prima linea” dove scarti di mela e pelle di cactus si trasformano in accessori di alta moda e completamente sostenibili. Il  materiale AppleSkin è prodotto in Alto Adige mentre la pelle di cactus arriva dal Messico, dove aver preso contatto con i fondatori di Desserto, azienda che ha trovata come alternativa vegana per la pelle il cactus nopal

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Miomojo. Designed Kind. (@miomojo_italia)

Beauty e prodotti zero waste 

Come buono proposito per il nuovo anno potremmo tutti partire dal ridurre gli sprechi nel nostro quotidiano sostituendo, ad esempio,  i vecchi prodotti per l’igiene della persona e regalandone altri molto più green, naturali e che durano nel tempo, ovvero i prodotti solidi.  Shampoo, deodoranti, dentifricio, bagnoschiuma e crema da barba solidi sono privi di imballaggi, che durano nel tempo e riducono al minimo lo spreco, come quelli colorati di Lamazuna.

Un regalo adatto ad uomini e donne e l’alternativa ecologica ai rasoi in plastica, il rasoio di sicurezza a doppio filo. I rasoi in plastica non sono riciclabili e finiscono nell’indifferenziata e sono uno degli articoli più inquinanti quando si tratta di rifiuti di plastica.  Il rasoio di sicurezza ha il manico in bambù, completamente plastic free, dura molto di più di un rasoio monouso, è ecologico e più igienico.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Shoreline Shaving (@shorelineshaving)

Agisci per l’ambiente di oggi e di domani, con la tessera anter.

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter